venerdì 16 dicembre 2011

Stato confusionale, proclami ed evasori fiscali.


Ennesima dichiarazione d'intenti da parte del Direttore Generale dell'Agenzia delle Entrate che non fa altro che dimostrare quanto possa essere superficiale il sistema di controllo degli evasori in Italia. Mentre io, cittadino italiano ovvero utente medio scimmia, vengo regolarmente rivoltato come un calzino, intimato, minacciato, protestato, pignorato e chi più ne ha ne metta, e tutto questo con una certificazione ISEE da 8.898 euro, con una macchina che l'anno prossimo diventerà maggiorenne e ancora che funziona, mi ritrovo a combattere una battaglia persa contro chi, dall'altra parte, dichiara meno di €50.000 annui ma usufruisce di aerei privati, auto di lusso nuove di trinca, barche e yacht che però, differenza fondamentale,non vengono fermati, controllati e spulciati. Io devo campare con 1250 euro al mese e mantenere una compagna e una figlia mentre loro fanno quello che vogliono.

Sono prepotentemente incazzato e per questo allego questo link alla notizia che mi ha scatenato l'embolo. Buona lettura!!!