martedì 24 maggio 2011

Elogio alla semplicità by @g3cko

Ho letto questo post su Meemi e l'ho trovato simpatico ma soprattutto utile a livello didattico e come memento per tutti noi.
A questo va aggiunto il sevizio clone di LinkedIn ovvero BranchOut, sempre di Facebook, dove potete trovare una più che autorevole considerazione grazie al Tagliaerbe. Buona lettura e divertimento.

Facebook mi ha appena attivato la mia mail personale (lamiamail at facebook.com)

quindi qui nascono alcune considerazioni:

- Facebook ti da la possibilità di gestire email, insieme ai messaggi di chat, insieme ai messaggi privati inviati da cel, insieme a tutte le discussioni private che avvengono da persona a persona, insieme alle briciole del panino, delle caccole del naso, alla forfora nei capelli, alle unghie smangiucchiate, (potrei continuare all'infinito) tutta in un flusso conologico ordinato.

Ma oltre ai problemi di disfusione mentale che avranno molti utenti:

- Per avere una mail di Facebook bisogna avere un account Facebook
- Per avere un'account Facebook devi avere una e-mail regolarmente attiva
- Se usi la mail di Facebook come tua predefinita allora non userai più attivamente la tua mail principale, rendendola inattiva
- Molta gente non andrà più a guardare la propria mail di Libero, Yahoo, Gmail, saranno troppe complicate, perché non usare quella di Facebook così magari controllo le email e sto pure su Facebook????? Non ho incluso anche live e hotmail perché è sottinteso che Microsoft è stata spiazzata (conosco già chi ha fatto scadere il proprio account msn e quindi email e tutto il resto).

comunque, ritornando al discorso senza uscirne fuori:

- Se rendete la vostra mail inattiva, questa verrà disattivata, ma l'utente medio se ne fregherà, tanto ha l'email di Facebook!!!
- Appena la vostra mail verrà disabilitata per inutilizzo, Facebook inizierà a chiedervi di aggiornare il vostro indirizzo Mail primario (CHE NON AVETE PIU'), e quindi toccherà registrarne uno nuovo, per poi ritornare ad utilizzare esclusivamente l'email di Facebook, creando un sistema ad onde di Attivazione e Disattivazione di nuove email di altri provider.

Potrei continuare all'infinito, ma ora mi chiedo:
"Ma l'utente medio, secondo voi, non si rompe le balle di attivare e disattivare (oppure di ricordarsi di accedere almeno una volta al mese alla propria mail non Facebook) pur di non abbandonare la propria strafiga email di Facebook???"

E continuando l'elenco
- Ora da Facebook riceverai anche lo spam che ricevevi prima regolarmente sulla tua mail (di blu su Facebook non ci sarà più solo la barra blu, ma anche il viagra)

E per lo spam si apre una porta in paradiso:
- Ricordate tutti gli eventi che generano i pr che sono nelle vostre liste? E tutte le catene? I link??? Non basterà più averli in backeca, adesso si riceveranno anche per email perché tanto non cambia nulla a chi li invia

- Tantissimi adolescenti potranno fregare i propri genitori dicendo che stanno controllando la propria posta su Facebook, magari appunti scolastici o altro, quando invece magari su facebook ci stanno giocando
- I nuovi curriculum avranno come indirizzo di posta sono.una.*at facebook.com (che un pò di * in più non guasta mai)
- Tu vai a controllare la posta e puntualmente ti chiama in chat il rompicazzo di turno, e tu reclamando il genitale maschile perché ti sei scordato di disattivare la chat l'ultima volta non controlli più la posta, ma tanto ti ritroverai il messaggio del rompiglioni in coda e tu non puoi non rispondere, perché altrimenti passi tu per il maleducato

...Meemi è molto più semplice
www.meemi.com

L'autore: Francesco Celiento
Link: http://www.meemi.com/g3cko