mercoledì 1 giugno 2011

La privacy per i Social Network? Utopia oppure esiste una soluzione?


Social network e privacy: come difendersi

Ogni social network, è nella natura stessa di questi servizi, espone alcuni nostri dati personali. Alcuni lo fanno in modo trasparente e chiaro, altri meno. In questo articolo vedremo quali sono le più comuni impostazioni di privacy per difendere la nostra personalità e le nostre informazioni.

Facebook

Facebook è sicuramente il social network che più di tutti ha portato all’attenzione la questione privacy, sia per la sua enorme diffusione che per il fatto che è quello dove più direttamente ci si presenta con un’identità che coincide con quella “reale”. Quindi è il servizio più sotto osservazione da questo punto di vista, ma allo stesso tempo anche quello che permette il controllo più avanzato.
La sezione generale dedicata alla privacy è raggiungibile dal menu Account >Impostazioni sulla privacy. Da qui si imposta ciascuna sezione del proprio profilo, come gli aggiornamenti di stato, la data di nascita, le foto in cui si viene taggati eccetera. Vediamo quali sono le diverse opzioni:
  1. Condividi solo con chi vuoi. Per decidere chi è abilitato a visualizzare ogni singola informazione legata alla propria persona bisogna cliccare suPersonalizzata e poi su Personalizza impostazioni. In questo modo è possibile decidere per ciascuna voce chi è abilitato a visualizzarla, secondo i livelli di cui sopra (TuttiAmici di amiciSolo amici).
  2. Mostra informazioni minime. Se si vuole ridurre al minimo la possibilità di farsi trovare dagli altri, si può andare sempre tramite il menu di sinistra su Amici, e in questo modo restringere solo a loro l’accesso alle informazioni. Un’ipotesi ancora più restrittiva si ottiene però andando ancora una volta su Personalizza impostazioni, e mettendole tutte in modo che siano visibili solo da noi stessi.
  3. Mostra informazioni massime. Parallelamente, cliccando su Tutti nella colonna di sinistra delle impostazioni della privacy, si permette a chiunque di vedere le nostre informazioni, a prescindere dai gradi di amicizia che ci separano.
  4. Condividi i singoli contenuti. Inoltre rispetto a qualsiasi contenuto da pubblicare, che sia una foto o un post, si può decidere chi lo vedrà. Basta andare sul piccolo lucchetto accanto al pulsante Condividi e da lì scegliere chi potrà farlo: tutti, solo gli amici degli amici, solo gli amici o addirittura se includere o escludere singole e specifiche persone.
Figura 1: Impostazioni di privacy di Facebook
(clic per ingrandire)
Figura 1: Impostazioni di privacy di Facebook
Un aspetto da tenere in considerazione, su Facebook, è che se da un lato non ci sono particolari problemi pratici quando si ha a che fare con il mondo chiuso dei propri amici, eventuali problemi possono nascere quando si interagisce con i profili degli altri utenti, i gruppi o le pagine pubbliche, quindi in pratica quando si commentano i loro contenuti o si scrive sulle loro bacheche.
In questo senso, il sistema tende ad aprirsi un po’ di più, perché ciò che scriviamo sarà visibile anche da persone che non conosciamo, ma resta comunque ben chiaro che a parte quel segno, noi saremo solo un nome e una foto per chi non è tra i nostri contatti, e il filtro a monte è sempre e comunque dato dall’accettazione o meno di quella persona come amico.
Fonte: Alfredo Bucciante per HTML.it